FRAQUELLI CERAMICHE
pavimenti e rivestimenti

Viale Giacomo Matteotti 27/A, 22012 Cernobbio (CO)

+39 031 340640

manufraq@gmail.com

 Lun – Ven 9/12 – 14:30/19

Sab 9/12

Piastrelle in ceramica: tutto quello che c’è da sapere

La ceramica è un materiale ampiamente utilizzato in edilizia, complici le innumerevoli proprietà che essa detiene. È infatti caratterizzata da una conducibilità termica ridotta, un grado di durezza elevato, impermeabilità e particolare resistenza all’usura, alle macchie, agli agenti acidi e alla pressione dei carichi.

Le piastrelle in ceramica di ultima generazione, si distinguono in particolare per le rifiniture, che contribuiscono a renderle più pratiche e facili da pulire, oltre che decisamente più immediate nella manutenzione e nell’eventuale operazione di ripristino.

Fattore determinante è senza alcun dubbio lo strato di smalto comunemente presente sulla superficie delle piastrelle, in grado di ridurre sensibilmente la porosità tipica del materiale, in questo caso meno suscettibili all’azione dello sporco e della comune usura.  

Tuttavia le varie peculiarità che contraddistinguono le piastrelle in ceramica, sono in gran parte determinate dalle tecniche di cottura. Le piastrelle in ceramica monocottura rappresentano infatti un “prodotto finito” già con un solo passaggio in forno, complice l’elevata temperatura in grado di cuocere simultaneamente sia il supporto che lo strato superficiale smaltato.

Le piastrelle in ceramica bicottura subiscono al contrario un doppio passaggio che vede, dapprima la sola cottura del supporto, il cosiddetto “biscotto”, solo successivamente quella relativa allo strato superficiale che ne determinerà al contempo la caratteristica finitura lucida o semilucida.  

E se le piastrelle in ceramica, impiegate comunemente per la pavimentazione, possono facilmente applicate anche al rivestimento di pareti e piani d’appoggio, di contro le piastrelle adatte al solo rivestimento, non possono essere impiegate nella posa pavimenti, poiché non presentano le medesime caratteristiche in termini di resistenza e flessibilità.

Valida alternativa è caratterizzata dal gres porcellanato, indicato al contempo, sia per il rivestimento di ambienti interni che esterni, così come per il rivestimento pareti: la particolare cottura ad alte temperature determina un processo di vetrificazione, rendendo la piastrella in grado di garantire un ottimo livello di resistenza.

Ceramica: i vantaggi di un materiale versatile e funzionale

Le piastrelle in ceramica si distinguono per la particolare leggerezza, attribuita principalmente all’elevata porosità dell’impasto: proprio per questo si rivelano estremamente semplici da posare, con la possibilità di essere applicate su pavimentazione già esistente, semplicemente utilizzando una colla specifica.

Per comprendere al meglio vantaggi e svantaggi che un materiale come la ceramica è in grado di offrire, occorre compararlo ai più comuni materiali per rivestimento: il marmo ad esempio, tra i materiali senza alcun dubbio più pregiati e costosi, appare resistente e robusto. Di contro la ceramica, più leggera ed economica, risulta meno pregiata e oggettivamente più soggetta ad usura.

Allo stesso modo, comparando il calore e il comfort dato da un pavimento in parquet, un “must have” per quanto concerne l’interior design, viene da sé che le piastrelle in ceramica tendono a non poter competere, poiché meno accoglienti, sebbene più pratiche e meno soggette a danneggiamento.

Tuttavia le moderne tecnologie e le tecniche di lavorazione all’avanguardia, negli ultimi anni hanno concesso anche alle piastrelle in ceramica di eguagliare “degnamente” anche i materiali più pregiati, quantomeno sotto l’aspetto estetico.  

È infatti possibile orientare la scelta su infiniti effetti decorativi che simulano perfettamente i più comuni materiali naturali quali legno, pietra e marmo. Perché dunque rinunciare allo stile e alla modernità, quando con la ceramica è comunque possibile fruire del perfetto compromesso tra estetica, qualità e versatilità?