FRAQUELLI CERAMICHE
pavimenti e rivestimenti

Viale Giacomo Matteotti 27/A, 22012 Cernobbio (CO)

+39 031 340640

manufraq@gmail.com

 Lun – Ven 9/12 – 14:30/19

Sab 9/12

Posa pavimenti: consigli e suggerimenti per rivestimenti impeccabili

La posa di un pavimento può rivelarsi un’operazione particolarmente complessa, in grado di “rivoluzionare” in maniera significativa quanto previsto in termini di budget e tempistiche legate alla lavorazione.

Sovente infatti posare le nuove piastrelle non appare così immediato come si può erroneamente supporre: occorre altresì verificare con anticipo le reali condizioni del massetto o addirittura ricorrere alla completa rimozione del pavimento preesistente.

È dunque fondamentale comprendere e valutare le reali esigenze che è necessario assecondare già a partire dalla fase di progettazione, prima di procedere con la ristrutturazione prevista.

Posa pavimento: tutte le tipologie

Quando si parla di posa pavimento si fa riferimento al totale rifacimento della pavimentazione, operazione necessaria qualora si scelga di ricorrere a opere di ristrutturazione totali o parziali.

Tale tecnica è di pertinenza del piastrellista o del posatore, entrambe figure professionali e altamente qualificate nella predisposizione della superficie da rivestire così come della realizzazione della posa stessa.

A seconda dello spazio che è necessario ristrutturare, l’esperto sarà in grado di suggerire la tipologia di posa più adeguata anche in relazione allo stile dell’ambiente entro il quale si effettua il restyling.

In genere il prezzo della posa del pavimento varia in funzione delle opportunità a disposizione, anch’esse differenti a seconda delle esigenze economiche e logistiche legate all’opera di ristrutturazione.

Posare il pavimento ex novo rappresenta la soluzione più indicata per ambienti che non dispongono di un fondo rivestito: in questo caso sarà necessario creare il massetto e considerare eventuali interventi di rifinitura prima di procedere alla posa.

Rifare un pavimento esistente implica ovviamente la rimozione di quello preesistente: diversamente, è in alternativa possibile ricorrere alla posa di pavimenti su pavimenti preesistenti, soluzione che consente di risparmiare notevolmente sia sulla rimozione del vecchio rivestimento che sulla creazione del massetto.

Tuttavia tale tecnica può essere messa in atto, solo se la superficie non presenta alcun tipo di dislivello: una valida alternativa è la posa di laminato su pavimento già esistente: una tecnica particolarmente rapida, all’insegna della praticità e in grado di soddisfare ogni esigenza anche in termini di estetica.

Quanto costa la posa pavimento?

Quando si tratta di definire il costo della posa, occorre tenere in considerazione una serie di fattori che possono incidere significativamente sul preventivo finale, primo tra tutti il tempo impiegato dal posatore per portare a termine la lavorazione: le dimensioni della superficie da rivestire così come il formato scelto per le mattonelle, giocano in questo caso un ruolo determinante.

Fondamentale è la qualità dei materiali utilizzati per svolgere la posa in opera delle piastrelle: a parità di dimensioni un elemento di elevata qualità permetterà di semplificare la manodopera del posatore, riducendo il tempo della messa in opera stessa.

Da non sottovalutare ovviamente l’esperienza del posatore: scegliere un professionista qualificato permetterà infatti non solo di ridurre in maniera sostanziale i tempi impiegati per portare a termine la posa, ma garantirà al contempo l’esecuzione di un lavoro a regola d’arte che nel corso degli anni non necessiterà di costosi interventi di manutenzione.