FRAQUELLI CERAMICHE
pavimenti e rivestimenti

Viale Giacomo Matteotti 27/A, 22012 Cernobbio (CO)

+39 031 340640

manufraq@gmail.com

 Lun – Ven 9/12 – 14:30/19

Sab 9/12

Progettazione e posa pavimenti e rivestimenti

La progettazione relativa alla posa di pavimenti e rivestimenti rappresenta uno step fondamentale al pari della scelta delle piastrelle. Richiede particolare cura e attenzione poiché, definire un cosiddetto schema di posa è un’operazione tutt’altro che intuitiva.

Occorre infatti valutare attentamente tutte le variabili che in qualche modo potrebbero influire sul risultato finale, quali ad esempio le dimensioni dello spazio ove è necessario effettuare l’intervento, le caratteristiche estetiche dell’ambiente e relativa luminosità così come la forma e le dimensioni delle piastrelle scelte.  

Per quanto concerne l’ampiezza degli spazi, è necessario considerare che, progettare un layout costituito dalla dominanza di linee verticali, determina un effetto ottico di allungamento.

Al contrario la progettazione di uno schema di posa caratterizzato dalla prevalenza di linee orizzontali permetterà di dilatare anche gli ambienti più ristretti.

Al contempo, scegliere invece di progettare una disposizione a quadri, permetterà di determinare la percezione di allargamento volto a tutte le direzioni dell’ambiente stesso.

Relativamente alle piastrelle, la scelta deve essere incentrata sui dettagli ed eventuali particolarità dello spazio ove occorre posare il rivestimento: innumerevoli sono i formati disponibili in commercio, dalle dimensioni tra le più varie.

Tuttavia è sempre opportuno prediligere formati più piccoli, qualora le piastrelle siano destinate ad ambienti dalle dimensioni contenute: viceversa i formati più grandi appaiono più adatti per spazi ampi, quali ad esempio un open space.

Effettuata dunque la scelta, la progettazione dello schema di posa sarà facilmente suggerito dalle forme geometriche e dai formati delle piastrelle e dei rivestimenti stessi.

Schemi di posa: ecco i più comuni nelle progettazioni

Quando si parla di progettazione pavimenti e rivestimenti, le combinazioni possibili sono pressoché infinite, tuttavia alcune di esse sono senza alcun dubbio tra le più classiche e intramontabili, le stesse che tendono ad abbinarsi a qualsiasi tipologia di ambiente.

Se gli schemi di posa dritta, caratterizzati da un layout che vede la prevalenza di linee verticali, orizzontali e quadrettate sono tra i più versatili, quelli in diagonale risultano particolarmente versatili in presenza di difetti estetici da coprire, relativi alle componenti strutturali dell’ambiente.

Progettare poi uno schema di posa a correre, permette di dare l’illusione che ogni piastrella insegua e riprenda l’elemento adiacente, il tutto sfarsando in maniera più o meno accentuata ogni fila, rispetto alla precedente. Una progettazione di questo genere dona all’ambiente un notevole impatto estetico, rendendolo moderno ed elegante.

La posa piastrelle a lisca di pesce, conferisce allo spazio una maggiore dinamicità e ben si abbina a pavimenti in parquet che scaldano lo spazio, facendolo apparire ancora più confortevole.

A queste combinazioni vanno ovviamente ad integrarsi tutte le possibili “variazioni sul tema” dettate da disegni e geometrie particolari così come dalle piastrelle progettate su misura dal professionista in fase esecutiva, unitamente all’eventuale accostamento dei diversi formati appartenenti ad esempio alla medesima stessa collezione.

Anche la scelta di sfruttare greche e disegni a pavimento quali ad esempio i rosoni, influisce in maniera significativa sulla progettazione delle geometrie di posa dell’intero pavimento.

Tali elementi decorativi sono da prediligere in presenza di un ambiente dallo stile classico, permettendo di creare un’atmosfera elegante e, vagamente retrò, che non stona mai.